#4 STORIE DI AMICIZIA

In questi giorni mi sono dedicata alle amiche, e mi sono resa conto di quanti siano vari i modi in cui può nascere un’amicizia.

Sul lavoro.

Stefania l’ho conosciuta all’inizio del mio stage, io ero arrivata a settembre, lei qualche mese dopo. L’ho vista che vagava per i corridoi alla ricerca delle macchinette e mi sono riconosciuta, spaesata nella grande azienda tutta corridoi e porte bianche. La nostra amicizia è nata così, tra un caffè alla machinetta, una schiscetta al parco in pausa pranzo (perché si sa, gli stagisti povery si portano il pranzo da casa) e confrontandosi sulla paura di non vedere lo stage trasformarsi nel lavoro che ti permette di affrancarti finalmente dalla dipendenza dai genitori. Ne è passata di acqua sotto i ponti da allora, ci siamo salutate perchè a gennaio si trasferirà in Cina per lavoro, eppure avremo modo di non perderci, ne sono certa.

Laura invece mi ha approcciato in una pausa caffè durante una giornata di formazione dicendomi che si sentiva il mio accento veronese, e ne sono rimasta colpita perché nessuno al mondo lo ha mai riconosciuto, anzi mi dicono tutti che parlo senza accenti. Poi Stefania, che per lavoro la frequentava più spesso, ha fatto si che si approfondisse la nostra conoscenza. Lei pensava di starmi sulle palle (strano, giuro che non ho mai pensato cose negative di lei, anche perché non sarei qui a scriverne) e io invece ho da subito invidiato il suo amore per la cucina.

Siamo molto diverse, ma questo terzetto mi diverte da matti. Venete e diversissime tra noi, ma molto ben assortite.

img_1703

Sul web.

Alice l’ho conosciuta una vita fa, su style.it, quando c’era una specie di lookbook embrionale di street style che si chiama streetmemo. Io ero una pischella in erasmus, con un gusto orrido, e lei mi commentava sempre in modo carino e aveva stile. Poi ci siamo seguite sui rispettivi blog e poi abbiamo iniziato a intrattenere conversazioni su facebook, finché non ci siamo incontrate. Ci vediamo quando possibile, se io scendo a Roma o se lei è di passaggio quando va a trovare a Torino la sua famiglia.

La nostra chiacchierata quotidiana comprende anche Stefania, anche lei styler, siamo accumunate da un bel caratterino e dal fatto che ci piacciono le stesse borse. E quando dico le stesse intendo che una volta ne ho comprate due uguali, una per me e una per lei. Purtoppo non ci vediamo da un po’, ma questo non cambia il fatto che la sua presenza sia una costante. Questa è una nostra foto di un paio d’anni fa, quando ci siamo regalate tutte e tre assieme una giornata (bellissima) a Torino. Ovviamente non potevamo non fare shopping.

10676119_890508697640102_229763037733904075_n

Una cosa in conclusione mi tocca dirla, a parte che in questa foto sembro un cane che necessita tosatura della frangetta: le amiche in età adulta sono quelle che hanno le tue stesse passioni o condividono le tue stesse peripezie, lavorative e non. Sono quelle che anche se sono lontane ci sono sempre, perché te le sei scelte e perché ci tieni a non lasciar sciogliere quel legame.

W l’amicizia, e w gli alberi di natale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...